Home   TM in breve   TM per le aziende   Risorse   Area Riservata   Crisi e Turnaround   IOIM.it
   
*

 


   

Ricerca ISTUD – Fondirigenti sul ruolo del management nelle PMI in crescita
(con il contributo di Temporary Management & Capital Advisors)


Il tema della managerializzazione nelle imprese di minori dimensioni è ampiamente presente in letteratura e nelle pratiche manageriali.

Nell’ambito del progetto “IL DIRIGENTE COME LEADER: RUOLO E COMPETENZE PER L'INNOVAZIONE E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE” (FDIR 149) finanziato da FONDIRIGENTI - AVVISO 2006 vengono presentati i risultati di una ricerca condotta da ISTUD sull’esperienza di management fatta in imprese di minori dimensioni da temporary manager professionali esterni al nucleo familiare.

E’ indubbio che in questi ultimi anni la relazione fra impresa minore in Italia e manager professionale sia andata convergendo, seppur con difficoltà, su alcune aree di integrazione..

Da una parte, infatti, le imprese di minori dimensioni hanno visto rendersi più complesso il loro ambiente di riferimento e quindi hanno “toccato con mano” la difficoltà di governare processi di crescita in ambienti turbolenti senza avere set di competenze e di conoscenze adeguate al contesto mutante. Questo ha imposto, in maniera forzosa, la necessità di aprirsi a mondi professionali non consueti e tradizionali in cui viene premiata più la competenza che la provenienza, più il merito che l’appartenenza, più la specializzazione che la disponibilità a “fare quello che serve”.

Di contro, nel mercato del lavoro, soprattutto a livello di management, si sono liberate tante risorse professionali, provenienti da esperienza di grandi imprese in forte processo di ristrutturazione, che hanno guardato al mondo dell’impresa minore, non soltanto come fenomeno socio-economico, ma anche come luogo dove poter valorizzare le proprie esperienze pregresse, in contesti, forse meno strutturati, ma dove il senso dell’utilità e del poter fare è sicuramente più visibile e immediatamente gratificato.

E’ chiaro che la piccola impresa non è una impresa di grandi dimensioni a uno stadio iniziale, ma questa consapevolezza non è così diffusa e spesso la convergenza fra piccola impresa e management professionale si è scontrata su una sottovalutazione diffusa del fatto che la “piccola impresa” è un genus stabile con logiche e meccanismi di funzionamento propri e diversi dai modelli tradizionali di management, costruiti sulle esperienze delle grandi imprese.

La ricerca “La valorizzazione del management professionale nell'impresa minore in crescita”e le riflessioni in essa contenute, si inseriscono nel dibattito sui fabbisogni di professionalità dell’impresa minore in Italia. Le prime evidenze emergenti, senza avere alcuna pretesa di esaustività, vista la natura sperimentale dell’iniziativa e la non rappresentatività del campione, aiutano a mettere in discussione pre-giudizi diffusi e dettati prevalentemente da scarsa conoscenza e adozione di categorie di analisi acritiche, molto spesso de-contestualizzati e sviluppate in ambiti molto diversi, quali quelli della grande impresa.
Dalla ricerca emergono alcune traiettorie da approfondire in analisi più sistematiche, ma fondate in ogni caso sulla consapevolezza che soltanto una maggiore conoscenza del fenomeno sia la base più efficace per avviare politiche di integrazione che portino benefici comuni, alle imprese, da una parte, nell’obiettivo di elevare il set di competenze disponibili per fronteggiare al meglio l’arena competitiva, e per i dirigenti, perché possano trovare, nei modi e nelle forme diverse (anche temporanee) luoghi e spazi in cui la loro competenza sia valorizzata e non dispersa. E’ una strada ancora lunga, ma di cui si intravedono anche grandi potenzialità.

Lo studio si chiude con un’ampia parte esplicativa sullo strumento del temporary management e delle sue potenzialità nelle PMI, curata da Temporary Management & Capital Advisors, che ha anche messo a disposizione del progetto il panel di manager intervistati.

Per informazioni sulla ricerca: Luigi Serio - lserio@istud.it

 
 
 
*

Privacy Policy